ASSOCIAZIONE “siAmo la Sicilia”.


A Carini il centro Biotech più grande d'Europa.

Il centro di ricerca occuperà circa 600 persone – il bando online.
L'importo complessivo dell'appalto è di circa 113 milioni di euro. Due mesi il tempo a disposizione per partecipare alla gara. La struttura consentirà alla Sicilia di assumere una posizione di primo piano nello sviluppo di farmaci, vaccini e dispositivi medici

Centro di ricerca Carini (1)

Sorgerà a Carini (provincia di Palermo) il centro Biotech più grande d'Europa. Pubblicato ieri sulla Gazzetta ufficiale il bando di gara, disponibile sul sito della Fondazione Ri.Med, per affidare i lavori di realizzazione. L’importo complessivo dell’appalto è di circa 113 milioni di euro, comprensivo di laboratori, uffici amministrativi, auditorium, ambulatori, parcheggio e foresteria. Le ditte che vorranno partecipare alla gara hanno tempo fino al 31 marzo 2017.

Centro di ricerca Carini (2)
L'edificio, di 25 mila metri quadrati, sarà dotato di un laboratorio di biologia strutturale, laboratori di ricerca di ingegneria biomedica, neuroscienze e di imaging molecolare, strutture per studi preclinici in vivo, laboratori per lo sviluppo di vaccini e laboratori centrali comuni con apparecchiature di ultima generazione, per lo sviluppo di nuovi dispositivi e tecniche di medicina rigenerativa che potranno un giorno rendere obsoleti i trapianti d’organo. Avrà uno staff di circa 600 addetti. Si aprono quindi possibilità di lavoro per ricercatori, tecnici, borsisti, amministratori, assistenti, addetti alla gestione degli animali, personale di servizio, ingegneri IT etc.. Molti altri, inoltre, potrebbero trovare un'occupazione nell'indotto che la struttura aiuterà a sviluppare.

Centro di ricerca Carini (4)

Centro di ricerca Carini (5)
Il Centro ospiterà anche un incubatore d’impresa dove potranno trovare spazio e forza piccole società, spin-off e startup del settore, capaci così di superare le asimmetrie informative tra ricerca e mercato potenziale, con considerevoli effetti positivi sull’intera economia siciliana.

Centro di ricerca Carini (6)
La gestione avverrà grazie ad una partnership tra pubblico e privati e dialogherà con università ed enti di ricerca da una parte e con aziende farmaceutiche e biotecnologiche dall’altra.

La realizzazione di questo Centro consentirà alla Sicilia di assumere una posizione di primo piano nello sviluppo di farmaci, vaccini e dispositivi medici di nuova generazione e sosterrà il ruolo dell’Italia nella comunità scientifica internazionale, anche grazie alla collaborazione con UPMC e con la facoltà di Medicina dell’Università di Pittsburgh, attraendo a Palermo i maggiori ricercatori e trattenendo nel nostro Paese i migliori medici e scienziati italiani.

siAmo la Sicilia

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza i cookies per offrire la migliore esperienza di navigazione

Utilizzando il presente sito web l'utente accetta questo uso di cookie.