ASSOCIAZIONE “siAmo la Sicilia”.


Via Ruggero Settimo, un ventenne senza patente né assicurazione prende a testate un vigile.

4

Assurdo episodio di violenza oggi a Palermo. L'ispettore aveva appena chiesto i documenti a un giovane che viaggiava senza casco sullo scooter. Prima sono volate parole grosse, poi il tentativo di fuga e l'aggressione.

1
Un vigile è stato preso a testate da un ventenne dopo aver fermato uno scooter. L’ispettore della Polizia Municipale di circa 40 anni è stato colpito in via Ruggero Settimo dal giovane conducente di un mezzo a due ruote al quale erano stati chiesti i documenti. Lui non aveva nulla: né patente, né assicurazione o altro addosso. Prima sono volate parole grosse, poi il ragazzo ha cercato di saltare nuovamente in sella allo scooter per fuggire ma è stato bloccato.

2
L'ispettore lo ha quindi nuovamente fermato, spiegando al ragazzo che lo scooter sarebbe ormai stato confiscato. Il giovane, dopo averlo insultato, gli ha sferrato due violente testate sul volto per tentare nuovamente di scappare. A quel punto è entrato in azione un altro ispettore, che è riuscito a sbarrargli la strada e ad ammanettarlo grazie all'intervento di una volante di polizia.

3
Sul posto sono intervenuti altri agenti della polizia municipale e due ambulanze del 118, che hanno condotto l'agente al pronto soccorso del Civico e il ragazzo all'Ingrassia. Il vigile di 40 anni ha riportato un trauma all'anca, dovuto probabilmente alla caduta, e delle ferite al volto. Il ventenne, che vive nella zona di Borgo Vecchio, si troverebbe in stato di fermo.Questi episodi si ripetono troppo spesso e sono segno di un  imbarbarimento sociale in città. E’ un problema culturale e comportamentale.
Esprimiamo la massima solidarietà alla Polizia Municipale, sempre  più esposta alla mancanza di senso civico e di rispetto delle regole. Auspichiamo una pena esemplare per questo delinquente (tale è) e forse sarebbe il caso che alcuni servizi di pattuglia e controllo venissero effettuati congiuntamente con Polizia e Carabinieri. I vigili, quotidianamente, lavorano e  - spesso - rischiano la propria incolumità a fianco dei cittadini, per salvaguardare i più elementari principi di legalità e convivenza civile ed evitare che si sprofondi nell’anarchia.
siAmo la Sicilia

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza i cookies per offrire la migliore esperienza di navigazione

Utilizzando il presente sito web l'utente accetta questo uso di cookie.