ASSOCIAZIONE “siAmo la Sicilia”.

Ennesimo tragico incidente sulla Palermo – Sciacca, la strada della morte. Nell’incidente un automobilista di 69 anni è morto.

 133744883 3ac576aa 3de3 4775 9d41 3a67d611a022
Immagini strazianti, nel silenzio colpevole di chi dovrebbe fermare questo massacro.

Parliamo della strada statale 624 Palermo - Sciacca (SS 624), un'arteria lunga 83 chilometri che ha inizio nel centro abitato di Palermo, in uscita da via Ernesto Basile, e finisce confluendo nella Statale 115 Sud Occidentale Sicula.

Copia di DSC2818
La strada della morte è stata ribattezzata, in quanto teatro di continui, gravi e spesso mortali incidenti.
Strada maledetta, che dal carcere Pagliarelli di Palermo corre fino alla provincia di Agrigento. Decine e decine di vittime negli ultimi anni, un vero bollettino di guerra.
La maggior parte erano giovani lavoratori e studenti. Gestita dall'Anas e istituita nel 1989 la Palermo - Sciacca ha una pericolosa caratteristica: non attraversa alcun centro abitato, cosa che contribuisce a conferirle il termine di “scorrimento veloce”.
Infatti, purtroppo, sulla Palermo Sciacca si corre veloce, troppo veloce come fosse un'autostrada. Ma autostrada non è. Carreggiate troppo strette, guardrail troppo bassi e dossi lunghi e frequenti rendono i sorpassi infidi e spesso fatali. La maggioranza dei decessi avviene per scontro frontale. I lavori costati oltre 20 milioni di euro, per la costruzione e la manutenzione straordinaria delle barriere di sicurezza del tratto palermitano non sono serviti a fermare la scia mortale.

Incidente Palermo Sciacca 3 740x431
Tutto questo nel silenzio COLPEVOLE di chi dovrebbe provvedere alla salvaguardia della sicurezza di chi ogni giorno è costretto per lavoro o per altri motivi a percorrere la strada maledetta.
E poi parliamo di turismo? Sciacca è un posto bellissimo ma i nostri “politici” e i nostri “amministratori” pensano che tutto questo sia un incentivo a visitare quella località?

incidente mortale monrealepress 1 marzo 2016 2

E QUANDO SENTIAMO PARLARE DI PONTE SULLO STRETTO DI COSA STIAMO PARLANDO SE ANCORA ABBIAMO UNA VIABILITA’ INTERNA DA TERZO MONDO?

E visto che sono già tutti in campagna elettorale, ecco un tragico argomento di cui “LA POLITICA” dovrebbe occuparsi.
Ma no … nessuno sa dove sono, a parte quando si vedono in inutili e improduttive passerelle pubbliche.
Inutili e strapagati …
Le Siciliane ed i Siciliani vi attendono alle urne … e hanno buona memoria..

Scriveremo una lettera documentata alle autorità competenti. Questo massacro deve finire in un modo o nell’altro.

V E R G O G N A

siAmo la Sicilia

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza i cookies per offrire la migliore esperienza di navigazione

Utilizzando il presente sito web l'utente accetta questo uso di cookie.