ASSOCIAZIONE “siAmo la Sicilia”.

Sicilia: per Pasqua attesi 300.000 visitatori. Palermo invasa dai turisti per il ponte. Secondo i dati forniti dalla Regione, la meta preferita è proprio il capoluogo che precede Taormina, Catania, Siracusa e Cefalù.

Migliaia di turisti hanno scelto Palermo per il clima e il buon cibo, ma soprattutto per visitare la Cattedrale e la Cappella Palatina. Molti c’erano già stati, altri hanno deciso di venire nel Capoluogo solo per aver visto su Internet una foto della spiaggia di Mondello. In questa settimana in Sicilia si contano oltre 300.000 turisti, con una grande affluenza di stranieri. La meta preferita è proprio Palermo che precede Taormina, Catania, Siracusa e Cefalù, secondo i dati forniti dall’’Osservatorio turistico della Regione. Nell’Isola, circa il 50 per cento dei visitatori della settimana di Pasqua viene dall’estero (molti inglesi, tedeschi e svizzeri). Ma anche italiani, provenienti da Taranto, Milano e Roma, hanno scelto Palermo per trascorrere il ponte pasquale.

174251343 30aee762 ba2d 45f6 bfd9 a8c9a6f93e58
Che il mercato del turismo siciliano sia rivolto soprattutto verso l’estero lo dimostrano anche i dati di transito dagli aeroporti dell’Isola. Negli scali di Palermo e Catania si registra un incremento del traffico di circa il dieci per cento e un totale di 311.000 passeggeri in transito.

Cosa vedere a Palermo Gli interni della Cappella Palatina
In vista dell'aumento delle presenze di turisti italiani e stranieri in città per le vacanze di Pasqua rafforzate pure le misure antiterroristiche a Palermo e provincia. Al porto di Palermo e all'aeroporto Falcone-Borsellino sarà intensificata sensibilmente la vigilanza, anche da parte della Polmare e della Polaria che applicheranno tutte le misure preventive e di sicurezza previste dagli specifici protocolli in materia, avvalendosi anche dell'ausilio di unità cinofile antidroga e antiesplosivo della Questura. Mentre su tutto il territorio della provincia la polizia ha dislocato 'Unità operative di Primo intervento', addestrate in maniera specifica per il contrasto di ipotetici eventi terroristici.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza i cookies per offrire la migliore esperienza di navigazione

Utilizzando il presente sito web l'utente accetta questo uso di cookie.