ASSOCIAZIONE “siAmo la Sicilia”.

“IN SICILIA ABBIAMO TUTTO: CI MANCA IL RESTO”
CIAO PINO.


Ci ha lasciati Pino Caruso. Non ci ha lasciato per sempre, perché continuerà a vivere attraverso la sua arte, perché Pino è stato un vero artista.
Artista straordinario, Palermitano DOC, con lui se ne va uno dei simboli di Palermo.  La sua comicità è stata spesso denuncia sociale implacabile, senza cortigianeria e senza sconti a nessuno. Ha saputo interpretare il sentimento a volte ambiguo e contraddittorio che ispira la quotidianità del siciliano.
Ma è impossibile scrivere di Pino Caruso: è difficile, rischioso, è come iniziare una lettera d’amore: l’amato oggetto dei propri sentimenti deve capire senza errore di sorta, quanto è importante, concreto e grande il proprio Amore.
Quindi solo poche parole…

defaultimage
Pino, un siciliano dalla gestualità moderata, dall’espressione buona, ma ironicamente consapevole. Fisico asciutto, probabilmente anche grazie alle sue abitudini alimentari che escludono la carne per il grande amore verso gli animali; eloquio fluido che non conosce inciampi.
Talmente straordinario come attore e come uomo che riesce a mettersi all’incrocio di molte strade e ad imboccarle tutte e a percorrerle sino in fondo: teatro, televisione, cabaret, libri (“Un Uomo Comune “ che Biagi ha definito “un piccolo capolavoro”; “Il senso dell’umorismo è l’espressione più alta della serietà”; “Se si scopre che sono onesto, nessuno si fiderà più di me”; “Appartengo a una generazione che deve ancora nascere”; “Il silenzio dell’ultima notte”, poesie); pubblicità (delle arance di Sicilia si farà promotore affermando che esse sono “dolci che crescono sugli alberi”), sindacato, proteste, campagne infinite per l’osservanza dei diritti degli attori: viene eletto Segretario a titolo gratuito del sindacato attori italiani (SAI), col quale si impegna sulla questione dei finanziamenti pubblici e per la recitazione in “presa diretta”. Durante la sua gestione, nasce l’IMAIE (Istituto per i Diritti degli Artisti Interpreti Esecutori) che, considerando gli attori come autori della propria interpretazione, li gratifica economicamente ad ogni replica TV di ogni esibizione”.

E’ impossibile scrivere di Pino, difficile e rischioso: si rischia di dimenticare qualcosa delle tante cose meravigliose che ha realizzato.

Forse avrebbe meritato ancora più notorietà rispetto a tutto quello che ha fatto.
Ciao Pino, onore di Palermo e di tutta la Sicilia!
Siamo certi che farai ridere tutti anche lassu’!

siAmo la Sicilia

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza i cookies per offrire la migliore esperienza di navigazione

Utilizzando il presente sito web l'utente accetta questo uso di cookie.