ASSOCIAZIONE “siAmo la Sicilia”.

La Sicilia al vertice della classifica del Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2019

1 street food palermo

A gennaio di quest’ano a Milano, nella sede del Touring Club Italiano è stato presentao il rapporto stilato da Roberta Garibaldi, professoressa presso l’Università degli studi di Bergamo e Ambasciatore per l’Italia della World Food Travel Association, e dei Board del World Gastronomy Institute e di IGCAT (International Institute of Gastronomy, Culture, Arts and Tourism).  Il rapporto è stato preparato anche in vista del Food Tourism Day che si è svolto sempre all’Area Mico di Milano a febbraio 2019.
Il rapporto è la più completa e autorevole ricerca sul settore ed è stato eseguito con la supervisione scientifica della World Food Travel e dell’Università degli studi di Bergamo, col patrocinio del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, diENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, Federculture, ISMEA, Fondazione Qualivita e Touring Club Italiano, in collaborazione con docenti di Università italiane ed esperti di settore.
Il turismo enogastronomico è in grande crescita: solo nell’ultimo anno ha segnato +48% di interesse. Questo vuol dire che una gran fetta di turisti italiani parte per le vacanze con l’intenzione di fruire nel corso di un viaggio di esperienze a tema enogastronomico, a prescindere che si muovano per turismo balneare, di montagna o per business.
Secondo il Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2019 è la Sicilia la regione più desiderata dai turisti italiani  seguita a ruota da Toscana  ed Emilia Romagna .
La Sicilia dunque affascina non solo per il mare, le isole, i monumenti, ma anche grazie a un'ampia offerta di eccellenze enogastronomiche: sono i  33 prodotti agroalimentari a Indicazione Geografica (17 DOP, 14 IGP e 2 STG), e 31 vini a Denominazione (24 fra DOCG e DOC). La Sicilia è quindi la quarta regione italiana per numero di prodotti agroalimentari certificati, ma anche terza per numero di aziende agricole con vite e per numero di frantoi.
Fra i prodotti tipici più conosciuti dagli italiani, troviamo i cannoli siciliani, le arancine  e la cassata siciliana. È la terza regione italiana per la quale gli italiani con maggior facilità riconoscono i prodotti tipici.
Il 39% dei Tour Operator stranieri che ha partecipato alle fiere Good Italy Workshop 2017 e BITEG 2017 hanno proposto tour enogastronomici in Sicilia L'enogastronomia si conferma quindi un importante driver di viaggio  e nel corso degli ultimi anni il ruolo dell'enogastronomia nel turismo è profondamente cambiato, sia sul fronte del comportamento dei turisti, sia su quello dell'offerta. Pur essendo una proposta relativamente recente rispetto ai tradizionali segmenti, il turismo legato a cibo e vino è andato rafforzandosi e articolandosi facendo registrare numeri sempre in crescita.
La Sicilia, punto d'incontro di molteplici civiltà, ha ereditato dal passato anche un immenso patrimonio di gusto e nell’Isola l'arte del cibo è vincente quasi quanto quella dei beni culturali o dei luoghi naturali, così come confermano i dati del Rapporto sul Turismo enogastronomico italiano del 2019, che vedono la Sicilia ai primi posti fra le mete di chi si mette in viaggio con l'obiettivo di scoprire, e di riscoprire, sapori unici e straordinari.

siAmo la Sicilia

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza i cookies per offrire la migliore esperienza di navigazione

Utilizzando il presente sito web l'utente accetta questo uso di cookie.