ASSOCIAZIONE “siAmo la Sicilia”.

Parole VERGOGNOSE 


Ci sono circostanze in cui sarebbe facile cadere in polemiche, raccogliere provocazioni da parte di persone che non fanno onore alla “Politica” (che era e rimane, per alcuni, per pochi purtroppo, una cosa nobile) nè a quella parte del Paese, il Nord, che teniamo in grande considerazione e rispettiamo, fatta in larga parte di gente onesta, operosa e che non è solita esprimere giudizi e fare affermazioni farneticanti come quelle che abbiamo sentito pronunciare dal Sig. Umberto Bossi nel recente congresso della Lega Nord. Congresso che della “Lega Nord”, di fatto, certifica la fine.
Sorvoliamo sulla finezza espressiva del Sig. Bossi su questioni interne al partito delle quali non ci interessa nulla ("Oggi arriva solo il doppio tesseramento, lo possiamo concedere a Salvini. Siamo noi che concediamo non è lui che ci impone. Salvini non può imporci un cazzo lo diciamo con franchezza. Le cose imposte non funzionano. Se vuole il simbolo, raccolga le firme") con tanto di dito medio esposto al pubblico!
Ci occupiamo, invece, delle pesanti e gravissime affermazioni di questo …. signore, peraltro pregiudicato con una pesante storia giudiziaria alle spalle, riguardo i Meridionali:
“Mi sembra giusto aiutare il Sud, mi sembra giusto, sennò se non li aiutiamo ‘a casa loro’ straripano e vengono qui. È un po’ come l’Africa”.
Parole VERGOGNOSE che denotano, laddove ce ne fosse bisogno, la vera natura di questa gente che, nel tempo, si è caratterizzata per farneticazioni riguardanti la “secessione”, per offese ed insulti ad una parte del Paese dalla quale – questi personaggi – hanno solo da imparare, il tutto condito da “riti tribali” e beveraggi a base di acqua (fortemente inquinata peraltro) del Po e da razzismo distribuito a iosa con un falso interessamento ad un – reale – problema riguardante l’immigrazione incontrollata.
In tutto questa Matteo Salvini è rimasto seduto al tavolo e passivamente ha subito i colpi del vecchio leader. Sguardo abbassato, incassando tutte le farneticazioni del sig. Bossi.
In pochi minuti, a nostro avviso, il vecchio leader sembrerebbe avere demolito il nuovo partito nazionale ‘Lega Salvini premier’ con annesso cambio di statuto per cercare di raccattare voti nelle terre meridionali.
Non abbiamo molto da dire se non che dovrebbe tornare di moda la vergogna!
Sig. Bossi pensi prima di dire idiozie. Ma di cosa parla? Ma come si permette?
Parla di Nord, come se fosse un’altra Italia, si permette lei, che ha – peraltro - un “curriculum” giudiziario di “tutto rispetto” di offendere una parte di questo Paese che non ha nulla da invidiare a quella che lei crede di rappresentare.
Faccia una cosa: taccia, davvero.

maxresdefault
Non aggiungiamo nulla se non che suscita sempre grande stupore il consenso che simili personaggi riscuotono in una parte del Paese, il Sud appunto, che è stata ripetutamente offesa da gente simile.
Noi, non dimentichiamo…
E siAmo in tanti
siAmo la Sicilia

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza i cookies per offrire la migliore esperienza di navigazione

Utilizzando il presente sito web l'utente accetta questo uso di cookie.