ASSOCIAZIONE “siAmo la Sicilia”.

NO AI BOTTI DI CAPODANNO!

Si avvicina Capodanno e si ripresenta un annoso problema.

80963872 1275342242654796 5204241383283490816 n

Ogni anno sono tantissime le notizie di persone coinvolte in incidenti causati dai botti di Capodanno. Ma se per gli umani abbiamo stime certe per gli animali non ci resta che immaginarle.
Basta pensare come la percezione del “rumore” che sentiamo noi sia tanto differente da quella degli animali. L’essere umano è in grado di percepire una gamma di suoni fino a 20.000 hertz, il cane fino a 40.000/46.000 mila hertz, i gatti fino a 70.000 Hz.
Quindi risulta evidente che non è tanto il “botto” il problema, ma la paura che questo può generare in chi è inconsapevole di ciò che ha causato il frastuono. Si capisce bene che se per chi si ostina a festeggiare utilizzando “i botti” il rischio è di farsi scoppiare un petardo fra le mani, per gli animali la questione è molto diversa. La paura provocata dai botti può far scappare un gatto su una strada trafficata, con conseguente rischio di investimento, può disorientare gli uccelli che possono schiantarsi contro muri e vetrate, può mettere nel panico i cani causando in loro malori e anche la morte.
Ritornando alle vittime umane, solo in Italia nel Capodanno 2018/2019 il numero dei feriti è arrivato a 216 (di cui 13 molto gravi). Alcuni dei minori che hanno subito lesioni hanno riportato danni gravissimi, come mutilazioni permanenti, la perdita di intere dita o della vista.
Ma, appunto, gli esseri umani oltre a provocare danni a se stessi, determinano le sofferenze che abbiamo sopra descritto agli animali.
Pertanto, chiediamo a tutti i sindaci dei comuni siciliani di emanare un’ordinanza ai fini della tutela della pubblica incolumità, intesa come integrità fisica della popolazione, il benessere degli animali d’affezione e della fauna selvatica, nonché per la sicurezza urbana ai fini del rispetto delle norme che regolano la convivenza civile, che vieti senza deroghe il giorno 31 dicembre e per tutto il periodo delle festività natalizie, l’accensione, il lancio e lo sparo di petardi e mortaretti e comunque l’utilizzo di materiale pirotecnico da parte di privati sul territorio della provincia.
Attendiamo questo segno di civiltà.

siAmo la Sicilia

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il nostro sito utilizza i cookies per offrire la migliore esperienza di navigazione

Utilizzando il presente sito web l'utente accetta questo uso di cookie.