Le farneticazioni di Pietro Senaldi. Offese gratuite verso il Sud. Vergogna.

“Tra i pensieri brutti indotti dalla quarantena forzata mi si è insinuato il sospetto che il Corona colpisca l'Italia più degli altri Paesi per punirci del fatto di aver votato in massa i cinquestelle, due anni fa. Un dio severo ma giusto vuol farci espiare questa terribile colpa però, essendo un po' strabico, sta falcidiando le terre che meno si sono fatte abbindolare dalla predicazione di Grillo e associati, ovverosia il Nord produttivo. La riflessione non è indotta da mera follia da isolamento ma è suffragata dalle recenti dichiarazioni che il milieu pentastellato ha rilasciato negli ultimi giorni”.
(Pietro Senaldi – Direttore di Libero)

Senaldi

Queste farneticazioni sono di uno che si definisce “giornalista” e che, secondo noi, infanga l’intera categoria. E non è una questione politica, assolutamente.

Caro Senaldi, non ci occupiamo né di Politica né di Religione, ma dubitiamo seriamente che il Padreterno, che spesso viene ultimamente tirato in ballo ed evocato, unitamente al Cuore Immacolato di Maria, a nostro avviso a sproposito, abbia voluto “punire” qualcuno per i suoi convincimenti politici e/o espressioni di voto. Anzi, ci sentiamo di escluderlo. Le sue sono, appunto, farneticazioni alle quali, peraltro, lei non è nuovo. Basta dare un’occhiata alle prime pagine del suo…. giornale.

 

abc

 


Lei poi bestemmia anche, definendo Dio, che secondo noi lei non è nemmeno degno di nominare, “strabico” in quanto avrebbe maggiormente colpito il Nord produttivo, come se il Sud invece, sempre secondo le sue farneticazioni, sarebbe la Terra dei nullafacenti. E come se, sembrerebbe di capire dalle sue parole, se avesse colpito maggiormente il Sud, qualcuno avrebbe dovuto gioire. Mah….
Quindi lei, bestemmia, farnetica e dimostra una abissale ignoranza oltre che una, ormai conclamata, aversione per una parte del Paese che lei non è degno nemmeno di nominare.

d
Sarebbe facile rispondere ai suoi insulti, alle sue provocazioni ma, onestamente, guardandola, lei ci sembra (possiamo sbagliare) disturbato oltre che (e qui non vi è dubbio) in evidente malafede.
Si studi un po’ di storia Senaldi, noi non diciamo nulla.
Il Nord per noi, il Centro è il Sud rappresentano l’Italia, un meraviglioso Paese abitato da milioni di splendide persone alcune delle quali, che abbiamo il piacere di conoscere personalmente, fanno i Giornalisti (con la G maiuscola). Lei non sappiamo cosa fa e speriamo che l’Ordine dei Giornalisti prenda seri provvedimenti.
Lei non fa onore alla Categoria, all’Italia e nemmeno al Nord che, fortunatamente, è popolato da persone molto diverse da personaggi come lei.
Le auguriamo di riprendersi, perché si vede che soffre Senaldi.
La cosa triste è che nessuno ormai s’indigna, né protesta (compresi i …. Politici nostrani…assenti e colpevoli) magari perché pensa che parlare di lei e del suo …. Giornale (a proposito in Sicilia non esiste) rappresenterebbe fare il suo gioco dandole visibilità. Forse Senaldi, ma siccome il silenzio alla lunga è complice, diventa assuefazione, mollezza, noi non staremo in silenzio. Ci conti.

siAmo la Sicilia.