"Senza la Lombardia, la Sicilia può solo finire in Africa": Liguori chieda scusa ai Siciliani e si vergoni!

Venerdì sera 28 febbraio, su una rete Mediaset (Rete 4) il “giornalista” Paolo Liguori nel corso di Stasera Italia, ha affermato "Senza la Lombardia, la Sicilia può solo finire in Africa", che ci sembra altamente offensivo sia per gli abitanti della Sicilia che per gli Africani (il riferimento all’Africa è stato usato in senso dispregiativo).
Nel 2009 la cassazione ha condannato Paolo Liguori per diffamazione a mezzo stampa ai danni dei tre giudici torinesi che nel 1995 avevano disposto l'arresto dell'allora presidente di Publitalia Marcello Dell’Utri. Liguori nel corso della trasmissione Studio Aperto aveva paragonato l'operato dei giudici a quello dei militari serbi in Bosnia ed Erzegovina. Così solo per dovere di cronaca.
Sig. Liguori, chieda scusa ai Siciliani.
Ha detto un sacco di idiozie.

 

88109219 1328845547304465 3793065767205863424 o
Come si può sostenere che senza la Lombardia, la Sicilia può solo finire in Africa?
Intanto vorremmo sapere cosa ha contro l'Africa visti i toni dispregiativi che ha usato verso quel Paese. E vorremmo soprattutto conoscere i dati in base ai quali, dal punto di vista economico (crediamo che le farneticazioni si riferiscano a quello) supporta il suo ragionamento. Gli economisti sostengono altro ovvero che è la Lombardia ad avere bisogno del mercato siciliano e meridionale in genere per vendere i suoi prodotti.
Questa è l’ennesima espressione di razzismo culturale nei confronti della Sicilia che non è più tollerabile. Forse dovremmo iniziare a non seguire più Rete 4 e le reti televisive Mediaset e a boicottare i prodotti di tutte quelle aziende che sponsorizzano queste reti e le loro trasmissioni in cui vengono dette simili idiozie.
E che dire poi della “classe politica siciliana” e del colpevole silenzio che si registra ogni qualvolta la nostra amata Sicilia viene offesa e vituperata da personaggi di scarso valore umano e professionale?
Come sempre…. nessuna replica…
E la Sig.ra Palombelli che non ha ritenuto di stigmatizzare le sciocchezze pronunciate dal “giornalista”?
Dovrebbe tornare di moda la vergogna, in molti settori.

Invitiamo tutti gli “esternatori” di concetti farneticanti, oltre a studiare e a documentarsi prima di produrre affermazioni false e tendenziose, nonché offensive, in canali e trasmissioni televisive, a sciacquarsi la bocca prima di parlare della Sicilia, della quale, probabilmente conoscono ben poco.

siAmo la Sicilia